Articolo

Passa alla Camera la riforma al Codice Antimafia. Con qualche limite, ma la aspettavamo da tempo.

imageLa mafia non è un destino inevitabile, non è qualcosa con cui bisogna convivere. Nel corso del tempo, tanto si è prodotto in termini di contrasto al fenomeno. Per opera della magistratura e delle forze dell’ordine, per opera della politica e della società civile. A tal punto che presuntuosamente in alcune fasi ci si è permessi il lusso di abbassare la guardia e di credere che si potesse vivere di rendita.[Read more]

Governo assicuri che i piani di risanamento delle fondazioni lirico-sinfoniche si ispireranno a principi di tutela e valorizzazione dei lavoratori e delle lavoratrici. Il primo segnale non è buono: il nostro emendamento sull’esclusione per le fondazioni lirico-sinfoniche dal pagamento dell’Irap è stato appena respinto. Avremmo potuto evitare per le fondazioni in crisi un onere di circa 15 milioni. Ora chi ci garantisce che la spending review non inizi proprio dalla cancellazione dei diritti dei lavoratori? #opencamera

[Read more]

La retorica del merito è la negazione della discriminazione di genere. Che invece è reale, secondo tutti i dati: le donne a parità di mansione guadagnano meno degli uomini, perdono il posto di lavoro quando diventano madri, vivono una precarietà esistenziale sempre più marcata. Mi meraviglia che in questo Parlamento, dove è stata votata all’unanimità la Convenzione di Istanbul, si neghi questa evidenza.

Articolo

I miei interventi (inascoltati dal Governo) per il ripristino delle ore di storia dell’arte

Cancellare la formazione artistica è stato l’ennesimo paradosso di una politica che negli ultimi venti anni ha danneggiato beni culturali, paesaggi e patrimoni unici al mondo. Ridurre le ore di storia dell’arte per le studentesse e gli studenti vuol dire abbassare il loro senso critico, cancellare l’interdisciplinarietà con le altre materie letterarie, dimenticare la grandezza del nostro patrimonio storico. Al contrario crediamo che l’Italia debba educare alle arti, alle culture, alla bellezza. La nostra ricchezza culturale e artistica è un bene comune: solo noi possiamo tutelarlo, preservarlo e valorizzarlo. Ma solo se offriremo, ai cittadini di oggi e domani, saperi, intelligenze, conoscenze diffuse dei territori e dei beni culturali italiani.

Allego di seguito i miei interventi normativi in relazione al DL Istruzione votato ad ottobre. Appelli inascoltati dal Governo e dal Ministero dell’Istruzione.
Qui ulteriori info: http://fanpa.ge/1kg3pGF

[Read more]